Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
Ven
1
Ago 14

Per pagina99, Piede Libero di oggi. Parcheggiare in spiaggia: inchiodati sul bagnasciuga

Belle, le immagini della spiaggia delle Pergole, a Realmonte (Agrigento), dove i bagnanti godono della rara e inestimabile comodità di parcheggiare sulla battigia, praticamente in mare, o meglio su quella striscia di sabbia dove solitamente i bambini costruiscono castelli e a Realmonte, forse, cambiano l’olio e fanno il tagliando. Si immagina il posteggiatore che dice: “La metta là, dottò, all’altezza della seconda onda”.  Oppure i pianti dei più piccoli segnati dalle scottature: “Mudusa?”. “No, carrozzeria della Golf sotto il sole da sei ore”. Sarebbe bello immaginare la rivolta dei bagnanti, ma pare improbabile, perché le macchine sono le loro. E gli ecologisti che hanno denunciato il fatto hanno dovuto usare un drone. Certo, ci sarebbero andati di persona, ma come si faceva? Il parcheggio era pieno…

pagina99

Gio
31
Lug 14

Bulent Arinc, l’uomo stupido che fa ridere le donne

Belle, brutte, grasse, truccate, da sole, in gruppo, eleganti, vecchie, giovani, in grembiule da massaia, brune, bionde e canute, oggi le donne turche che ridono nella vetrina planetaria della rete sono tutte meravigliose. Meravigliose come le donne che ridono. E ridono perché un uomo che non ride, Bulent Arinc, il vice di Erdogan, boss del partito conservatore, ha detto che non devono farlo. “Lo donne non dovrebbero ridere forte in pubblico per proteggere i valori morali”. Testuale. Non sa, il signor Arinc, che in questo modo restituisce alla risata il suo straordinario potere eversivo, la sua irrefrenabile ribellione, la gioia, la libertà, la liberazione rivoluzionaria, la fortuna clamorosa di essere vivi. E di ridere. Forse mister Arinc diventerà il primo ministro: ce lo ricorderemo come quello che non vuole che le donne ridano. Insomma, uno che fa molto ridere.

pagina99

Gio
31
Lug 14

I cavilli segreti del Nazareno? Donne, calcio e senatori per caso

Ancora ieri, Silvio Berlusconi ha evocato il patto del Nazareno, richiedendone “la blindatura”. Le altre notizie della settimana riguardanti il famoso patto sono piuttosto confuse. Da parte renziana si proclama una stretta fedeltà al patto, ma ci si mostra convinti che non esista un testo scritto (Stefano Menichini su twitter); da parte berlusconiana c’è chi sostiene di averlo visto con i propri occhi (Giovanni Toti), ma che si tratta soltanto di un paio di paginette scritte a mano, forse con la calligrafia di Verdini. Sulla stampa, invece, si rincorrono rivelazioni, scoop e boatos su quel che il patto conterrebbe (su questo giornale, ad esempio, la notizia che l’accordo prevederebbe una donna al Quirinale).
Il patto del Nazareno, insomma, sarebbe il patto perfetto: nessuno sa esattamente cosa c’è dentro, il che lo rende variabile e adattabile a ogni circostanza, e i due contraenti (Renzi e Berlusconi) possono dichiarare ogni giorno che va rispettato a tutti i costi. La situazione è dunque la seguente: la Costituzione italiana, la legge elettorale e chissà cos’altro verranno cambiate sulla base di un accordo segretissimo. E non solo: di un accordo di cui si apprendono dettagli diversi ogni giorno, commi, articoli, particolari, nuove clausole.
Ora, per portarci avanti col lavoro, cercheremo di elencare qui nuovi dettagli che emergeranno nei prossimi giorni.
Comma 76, articolo 7 – Le hostess che accoglieranno i visitatori dell’Expo non saranno in topless, come inizialmente richiesto da Forza Italia.
Allegato 11, articolo 19 – Aria condizionata e distributore di bibite nella cella di Dell’Utri.
Articolo 34 – Unica redazione centralizzata per l’informazione Rai (sita in un appartamento di Pontassieve, Firenze).
Comma 21, articolo 95bis – Diritto di parola per le opposizioni interne dei partiti, garantito dalla 3.45 alle 4 del mattino ogni giovedì.
Articolo 1 – Vedi articolo due
Nota al comma 23 dell’articolo 7 – Trasformazione della Corte dei Conti in Ente Superiore del Giardinaggio.
Articolo 2 – Inspiegabilmente scritto in sanscrito.
Disposizioni transitorie dell’articolo 16 – Milan e Fiorentina in Champions League
Articolo 81 – Possibilità di diventare senatori con la raccolta bollini del supermercato, su base regionale, in omaggio servizio di posate in acciaio inox.
Comma 4bis, articolo 13 – Sblocco del patto di stabilità e obbligo di bilancio per il Comune che abbia dato i natali al vincitore di Amici e automatica candidatura del secondo classificato al premio Strega.
Articolo 9 – Esclusione dell’aglio dagli ingredienti del menu delle cene ufficiali in tutte le ambasciate italiane del mondo (una piccola vittoria di Berlusconi)
E’ solo una piccola parte. Altri dettagli del patto del Nazareno emergeranno col passare delle settimane e dei mesi. Illazioni, sospetti, dietrologie sono ovviamente benvenuti, anche se un modo per evitarli ci sarebbe: dire agli italiani cosa c’è esattamente – accettato da entrambi – nel famoso patto del Nazareno. In mancanza di certezze, e conoscendo l’innata sincerità dei due contraenti, infatti, ogni sospetto è non solo lecito, ma addirittura doveroso.

Mer
30
Lug 14

Per pagina99, Piede Libero di oggi. Le linee di Nazca e il patto del Nazareno

Mi spiace tornare sulla questione, ma avendola sollevata proprio da questo quadratino rosa, tocca seguirne gli sviluppi. Il fatto è che la pattuglia che chiede di sapere cosa diavolo c’è scritto nel famoso patto del Nazareno sta rapidamente aumentando. Ieri si sono iscritti al club, tra gli altri, Civati, Vendola e Della Valle. Prima che chiedano lumi anche Obama, il portiere del Costa Rica e Moira Orfei, sarebbe bene mettere un freno alle illazioni. C’è chi dice che si tratta di un patto orale e chi giura di averlo visto scritto nero su bianco (da Verdini, tra l’altro). Bello: le linee di Nazca, i cerchi nel grano e il patto del Nazareno. Ma siccome i misteri in Italia non mancano, è giusto chiedersi se ce ne serve un altro. Anche per evitare che tra qualche anno – fatte le riforme, a Senato non elettivo, a Italicum varato – Renzi e Berlusconi si incontrino di nuovo e si chiedano: ma cosa diavolo c’era scritto in quel patto del Nazareno? Boh, ormai…
pagina99