Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
Gio
3
Apr 14

Per pagina99, Piede Libero di oggi. Beep beep

Wile Coyote, nel suo inesausto tentativo di mangiarsi quella specie di struzzo che corre nel deserto, si fa mandare voluminosi pacchi e monta le sue trappole mortali. Che non funzionano mai, se non contro di lui. Non sfuggirà all’attento lettore il triste parallelo con i secessionisti veneti, che una volta ogni diciassette anni costruiscono un carrarmato e si fanno beccare prima ancora di metterlo in moto, probabilmente litigando su chi doveva portare la grappa e le sarde in saor.
Forse non sanno di regalare all’odiato paese confinante, l’Italia, attimi di sincero buonumore. L’hanno fatto nel 1997 e ci hanno riprovato nel 2014: diciassette anni di prove per non andare nemmeno in scena. Peccato, amici, sarà per la prossima volta, ci rivediamo nel 2031. Beep beep!

pagina99

4 Commenti a “Per pagina99, Piede Libero di oggi. Beep beep”

  1. Colpa dell’euro.
    Colpa dei politici.
    Colpa delle tasse.
    Colpa dei sindacati.
    Ma considerare per una volta che l’italia, e il nord est in particolare, è nelle mani di una classe imprendiroriale mediocre e incapace?
    Certe scene tragicomiche sono la migliore rappresentazione di dove sono i problemi di questo paese.

    da nik   - Giovedì, 3 Aprile 2014 alle 10:35

  2. bah, sinceramente non mi piace (neanche metaforicamente) l’idea di essere dalla parte dell’odioso struzzo

    da david   - Giovedì, 3 Aprile 2014 alle 16:16

  3. siamo al livello della crimea. anzi, in questo caso direi meriterebbe la correzione di lacrimea. nel senso del piangere dal ridere.

    da mario   - Giovedì, 3 Aprile 2014 alle 20:27

  4. Da qualche mese uffici della magistratura decidono a cuor leggero di togliere la liberta’ personale a esponenti di movimenti di protesta, accusandoli di enormita’ come atti di terrorismo (val di susa), o preparazione di non si sa bene qualit attivita’ di tipo insurrezionale.
    Mi stupisce sinceramente il fatto che nessuno protesti contro questi che sono abusi: il nostro codice penale e’ pieno di reati di opinione che andrebbero cancellati immediatamente, non usati per mettere in galera la gente.
    E nessun GIP o PM dovrebbe abusare del concetto e della fattispecie di terrorismo. Sicuramente non in Italia, dove sappiamo benissimo il terrorismo cos’e': stragi sui treni e nelle stazioni, assassini ferimenti e agguati di esponenti dello stato, omicidi mafiosi.

    da Giovanni Scotto   - Sabato, 5 Aprile 2014 alle 08:56

Lascia un commento