Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
Dom
7
Lug 13

Dramma Santanché: delusa dalla bocciatura alla Camera, tenta il suicidio gettandosi dai tacchi

La pitonessa non sarà vicepresidente della Camera, ora il PdL punta su un moderato: Himmler o Goering? Ma Daniela vuole la rivincita e medita di trasferirsi a Salò per ricominciare daccapo. La società civile si mobilita: telegrammi di solidarietà da Louis Vuitton e Flavio Briatore. Paura a Milano tra i vicini di casa: “Sallusti gira libero senza museruola!”

Si è chiusa in un ostinato e rancoroso silenzio, Daniela Santanché, dopo la bocciatura per la vicepresidenza della Camera. Solo una breve dichiarazione dettata alle agenzie: “Arrabbiata io? Macché, sono serena e tranquilla, e ora scusatemi, devo andare, c’è Alfano legato nella sala delle torture, non posso fare aspettare il segretario”. E’ stata l’opposizione del Pd a far saltare la candidatura Santanché: “A qualcosa dovevamo opporci, no? Daniela è una donna forte, capirà”. Ma i timori di una reazione scomposta sono tutti del PdL: “Alcuni colleghi critici verso la candidatura Santanché sono stati prelevati all’alba e caricati su treni merci. Non sappiamo dove li portano, è seccante”. Chi ha visitato la sua abitazione a Milano ha trovato una tranquillità spaventosa. “A parte il cartello ‘attenti a Sallusti’, nulla sembra indicare reazioni esagerate, se si eccettuano le grida provenienti dalle cantine, dove esponenti moderati della destra vengono sottoposti a pressanti interrogatori. Resta aperta la battaglia per la vicepresidenza della Camera: “Bocciata Daniela – dicono al PdL – potremmo puntare sul Boia di Riga o qualche esponente della gioventù hitleriana, insomma dare a quella candidatura una sfumatura più moderata”.

11 Commenti a “Dramma Santanché: delusa dalla bocciatura alla Camera, tenta il suicidio gettandosi dai tacchi”

  1. “Cosa ho che non va? Cosa ho fatto nella vita? Sono indagata? Ho rubato? Sono stata condannata? Sono orgogliosa di non piacere a tutti, se un comunista mi dà ragione penso di avere sbagliato tutto». Ecco, provi a fare pure un giro da Marzullo, magari le viene anche la risposta..

    da paola   - Domenica, 7 Luglio 2013 alle 16:43

  2. Tenta il suicidio gettandosi dai tacchi. Bellissima battuta. Padre Google la ritrova in un dagospia del 2011, pero`non fa niente :)

    da Enrico   - Domenica, 7 Luglio 2013 alle 17:34

  3. IL PD è fatto così!… Dice no ad una innocua parolaia che ha ben individuato la parte da proteggere per convenienza personale, come del resto ormai tutti gli italiani se ne sono resi conto, e dice sì alle mazzate contro i sacrosanti diritti del popolo. Per questo non vincerà mai le elezioni con lo scarto necessario per potere amministrare il Paese da solo. Ricordate il famoso yes we can che Veltroni aveva preso in prestito da Obama? Beh!.. Il PD, Renzi o non Renzi, se lo può dimenticare. Prendiamo per esempio l’IMU. I suoi nominati parlamentari e i suoi simpatizzanti sindacalisti si dannano a raccontarci in ogni pubblica occasione che siccome con i rispettivi lauti stipendi possono pagarla è una tassa giusta. Se i cittadini del M5S in pochi mesi hanno potuto restituire 1 milione 569,48 euro delle loro competenze, significa senza ombra di dubbio che il nostro Parlamento ha emanato leggi inique e truffaldine a favore dei suoi componenti… Per questo evidente conflitto di interessi il PD non si scandalizza… Anzi vorrebbe addirittura altri soldi per il partito. Per l’abolizione dell’IMU per la prima casa invece va giù di testa…. Per principio ineluttabile della ragione, tassare un diritto umano è semplicemente vergognoso. E poi, non è vero che con l’IMU si pagano i servizi per la casa. Ogni minima cosa che interessa appunto la casa, dall’immondizia alle forniture domestiche, è pagata profumatamente a parte e tartassata singolarmente. Addirittura l’IVA è applicata sulle imposte! … In questo inciucio di pensieri e di convinzioni senza senso che dominano il Parlamento italiano di signorsì, il problema della nomina o della bocciatura dell’On. Santanchè a vice presidente della Camera porta “zero” come risultato di aggiunta o di diminuzione all’etica scandalosa dell’attuale politica…

    da Vittorio Grondona   - Domenica, 7 Luglio 2013 alle 17:34

  4. innocua? una che porta acqua e voti ai corrotti? che viene pagata eccome! dal denaro pubblico? una che occupa lo spazio televisivo anche col contributo del mio canone non per parlare, ma per urlare e sputare sugli interlocutori? una che non gliene frega niente della gente comune, ma aspira solo a solo esibire la sua plastica e tenere il suo cadreghino? una che partecipa al grande latrocinio? una che difende le donne e sostiene un puttaniere utente finale di minorenni?
    è necessario continuare?

    da adele5   - Domenica, 7 Luglio 2013 alle 19:30

  5. @adele5
    Appunto… Innocua sta a significare che un personaggio così non aggiunge e non toglie alcunché nel bailamme parlamentare/governativo che ci troviamo oggi in Italia. Gli spazi televisivi, che fra l’altro ci costano moltissimo in elettricità e canone, non sono fatti per noi, per comunicarci informazioni, ma sono ideati e studiati per vendere il fumo del più becero capitalismo attraverso fiumi di faziosa pubblicità di ogni tipo e colore. Le comparse logorroiche ed opprimenti del calibro dell’ On. Santanchè fanno purtroppo audience nelle masse dei gonzi e sono quindi propedeutiche agli scopi del potere quattrinaio. Sta alla nostra intelligenza dare loro il peso che meritano ed ignorarle quando ce le propinano in TV e soprattutto quando andiamo a votare.

    da Vittorio Grondona   - Lunedì, 8 Luglio 2013 alle 00:06

  6. credimi, Vittorio, aggiunge aggiunge e alza il livello di m.
    sono d’accordo invece che i maggiori responsabili dei comportamenti di chi governa siamo noi che votiamo ( anche se rimango convinta che la classe borghese, sì, la classe borghese al potere fa e farà di tutto per restarci , al di là dei nostri voti)

    da adele5   - Lunedì, 8 Luglio 2013 alle 07:50

  7. Sì!… Sono però convinto che l’unico modo per risolvere lo sgradevole odore emanato da una fossa colma di letame sia lo svuotamento completo della stessa… Un pochino di escrementi in più o in meno, non risolverebbe il problema. E’ ovvio, la nostra attuale classe politica si è appiccicata allo scranno del potere e rabbiosa non esiterà a sfoderare le unghie per rimanere comunque ad esso avvinghiata. Sta a noi cambiare lo scranno in resistente vetro dove le unghie dei nostri parlamentari di rivelino alla fine del tutto inutili, come quelle del gatto Silvestro sulle pareti di vetro. Ci vogliono come in tutte le cose pazienza e volontà e soprattutto buona informazione nelle case di tutti gli italiani e ideali sociali a prova di quattrini strategicamente organizzati negli obiettivi.

    da Vittorio Grondona   - Lunedì, 8 Luglio 2013 alle 09:02

  8. Per dovere di precisione, la cifra esatta restituita dal M5S ammonta esattamente a 1.569.951,48. Chiedo scusa per l’involontario errore.

    da Vittorio Grondona   - Lunedì, 8 Luglio 2013 alle 10:04

  9. può darsi che mi stia sbagliando, ma perchè nell’articolo si parla di “bocciatura”?
    non è mica stata bocciata. che io sappia, al momento, hanno solo scelto di rinviare la scelta (a meno di non essermi perso una qualche votazione).

    bocciatura significa dire (e votare) NO.
    rimandare vuol solo dire prendere tempo, per non infastidire troppo.

    poi, sinceramente, hanno già scelto di stare pubblicamente e affezionatamente direttamente con il piduista e tutta la sua cricca )santanchè compresa) al governo.
    dove sta ilpunto del dibattere sulla santanchè ufficialmente insediata o non ufficalmente insediata?
    anche all’ipocrisa c’è un limite.

    da stella   - Lunedì, 8 Luglio 2013 alle 17:18

  10. non si metterà “in grisaglia”(cfr lei)nemmeno questa volta.E nemmeno si getterà sui classici,immagino(perlomeno non prima di aver consumato tutte le lozioni solari)

    http://www.youtube.com/watch?v=RM3E7GHmtGE

    da diamonds   - Lunedì, 8 Luglio 2013 alle 18:37

  11. Dopo la decisione della Cassazione sul processo a B. salta il vertice di maggioranza. Sospesi per 24 ore i lavori di Camera e Senato.
    Il Pd prima è contrario allo stop, poi fa retromarcia.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/10/processo-mediaset-pdl-sospensione-dei-lavori-per-tre-giorni-in-parlamento/651619/

    PD = SERVI COMPLICI DEL PIDUISTA!

    da stella   - Mercoledì, 10 Luglio 2013 alle 14:22

Lascia un commento