Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
lun
12
dic 11

Il ritorno del comico sul Corriere della Sera. Robecchi compreso

Il Corriere della Sera, nel suo inserto La Lettura, fa il punto sulla letteratura comica e satirica. Guarda un po’… Piovono Pietre è lì. Cliccare per credere.

3 commenti »

3 Commenti a “Il ritorno del comico sul Corriere della Sera. Robecchi compreso”

  1. Articolo lacunoso: non viene citato il Corriere della Sera come inserto comico de’ La Lettura.

    da Davide Cavaglieri   - lunedì, 12 dicembre 2011 alle 09:43

  2. Io penso che ogni avvenimento serio o addirittura tragico nasconda un lato comico. Faccio due esempi per me tragicamente comici: 1) le banche ci hanno portato alla crisi e noi mettiamo al governo i banchieri per risolverla; 2) la Lega Nord ha votato per anni ogni nefandezza del governo Berlusconi ed ora per riprendersi i voti persi fa l’eroe mettendosi all’opposizione del governo palesemente appoggiato proprio da Berlusconi. Praticamente si è determinata una continuazione del governo precedente allargata nei consensi agli opportunisti del terzo polo ed agli ingenui litiganti, politicamente misti, del PD. Non è forse comico tutto questo? Non è comicamente assurdo pensare che un siffatto governo faccia davvero cose sociali eque per la popolazione più bisognosa?…

    da Vittorio Grondona   - lunedì, 12 dicembre 2011 alle 12:09

  3. Centrato in pieno Vittorio, la comicità è tutta lì.
    Gli italiani sono ancora all’umorismo da avanspettacolo, uno li prende per il culo e loro ridono e non capiscono che sta parlando di loro.
    Eccoci tutti ad appoggiarci ad un governo di “tennici”,(nel senso dialettale milanese) e ci appoggiamo a “peso morto” come siamo ormai e quelli si toglieranno di mezzo all’ultimo secondo.
    Convinto più che mai: “se ne vajan todos” anche Marietto e il suo siparietto tennico.

    da Max   - lunedì, 12 dicembre 2011 alle 16:56

Lascia un commento