Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
Ven
11
Nov 11

It’s Crozza time! Questa sera Italialand (da non perdere)

Eccoci qui, gente. Settimana gloriosa nel Crozza-bunker a scrivere, montare, smontare, riscrivere quello che vederete questa sera a Italialand (La 7, ore 21,10). Tutto sommato siamo sopravvissuti, pur nel clima di grande incertezza politrica, tra dubbi e ripensamenti (se ne va, sì, no, vedremo, arriva Monti, sì, no, vedremo). Con un immenso Napolitano, uno speciale inizio di programma che non vi posso dire, il Partito dei Carini di Montezemolo, Renzi, Bersani, eccetera eccetera, come al solito ce n’è per tutti. Tutto rigorosamente dal vivo, senza trucchi e senza inganni, in onda questa sera, in modo che alla fine, stanchi ma felici, riabbracceremo le nostre famiglie per circa un quarto d’ora prima di buttarci sulla prossima puntata. Intanto godiamoci questa…

ITALIALAND, Nuove attrazioni,  è un programma di Maurizio Crozza, scritto con Vittorio Grattarola, Alessandro Robecchi, Andrea Zalone, Luca Bottura, Francesco Freyrie, Alessandro Giugliano. La regia è di Massimo Fusi, la produzione ITC per la 7.
 
 

10 Commenti a “It’s Crozza time! Questa sera Italialand (da non perdere)”

  1. Allora ne approfitto. Vorrei ringraziare Maurizio, e tutti voi, per la scelta di non andare in onda venerdì scorso. In Romagna non abbiamo avuto tragedie o disgrazie ma vedere le immagini delle distruzioni avvenute mi ha stretto il cuore. Io ho una libreria a Faenza e pensare a quello che può combinare l’acqua e il fango mi fa accapponare la pelle. Una vita di lavoro persa.
    Grazie.
    Renzo Bertaccini Faenza

    da Renzo Bertaccini Faenza   - Venerdì, 11 Novembre 2011 alle 15:58

  2. Fantastico Crozza e autori. Sto vedendovi.
    (Una noticina: l’accento con cui si richiama Renzi mi pare più livornese che fiorentino; mi sembra che Crozza si ispiri più a Panariello che al patatone originale… conviene dare un’aggiustatina al tiro visto che il sindaco, ronzino dei massoni, durerà ahinoi parecchio a scassarci.

    da ab   - Venerdì, 11 Novembre 2011 alle 22:40

  3. ROBECCHIIIIIII!!! CROZZAAAAAAA!!! I-NEF-FA-BI-LI!!!
    ECCEZIONALI! CLAMOROSI!
    non ridevo così da una vita!
    Quando ci fate un dvd?
    o,almeno, dov’è possibile reperire i testi?
    Sublime la capacità di cogliere e riprodurre la realtà e le persone negli aspetti più comici-drammatici-VERI!
    Incredibile la forza della analisi politica risolta in battute al vetriolo
    Straordinari gli schizzi dei vari personaggi
    Stavolta giustifico pure il nepotismo artistico, perchè perfettamente funzionale
    A mio parere, è il meglio di tutto quello che abbiate mai
    fatto in TV

    da Adele5   - Venerdì, 11 Novembre 2011 alle 23:58

  4. Ieri sera sono andato a teatro a vedere una commedia in dialetto bolognese: “Induv èla fínè la berba” (dov’è finita la barba) di Ezio Maselli e Federico Stanzani. In scena la compagnia “I Felsinei” in piena forma. Sano divertimento assicurato.
    Ho comunque registrato la puntata di Crozza che vedrò oggi.
    Anche se non c’entra, ma per me ha comunque carattere comico, vorrei fare qui una considerazione. Manca Scilipoti nel toto ministri mediatico sull’inciucio banche/potere che si sta tramando di istituzionalizzare “provvisoriamente” (?) nel nostro paese. Possibile che un cotanto responsabile possa essere dimenticato così presto? Ricordiamoci almeno noi di lui, se non altro per addebitargli in qualche modo e soprattutto moralmente i danni concreti che il suo valtagabbana ha arrecato ai cittadini italiani. In compenso figura nell’ipotesi delle larghe intese il prof. Ichino, quindi i lavoratori possono mettere il cuore in pace. Inutili saranno infatti le loro proteste, il peggio è dietro l’angolo. Si prospettano altre scenette di gustosa satira per la verve dello staff di Italialand.

    da Vittorio Grondona   - Sabato, 12 Novembre 2011 alle 10:49

  5. mi intrufolo per un ot… o quasi! la mia parziale recensione di piovono pietre.
    robecchi stavo per scriverti, entusiasta, appena terminato il capitolo l’odore del napalm… ma poi ho iniziato a leggere montabbano sono! e non sono riuscita a non leggerlo tutto d’un fiato… un 1984 dei nostri - grotteschi - giorni.
    è bello il tuo libro, davvero… ti seguo da tanto sul blog e conosco la tua capacità di scrittura e di analisi lucida e spietata di quanto accade ma lo stesso piovono pietre mi ha stupita… mi trascina e diverte, amaramente ma mi diverte… mi mette davanti ad uno specchio in cui non mi riconosco ma che so non mente
    insomma! bravo davvero! e grazie.
    ho dovuto smettere causa rottura occhiali (quelli da lettura, non i tuoi fantastici da sole) e senza luce del giorno non ce la faccio, ma non vedo l’ora di continuare domani… poi (spero non ti dispiaccia) ti scrivo il giudizio finale.
    (grazie anche perché mi hai risolto il problema di cosa regalare a natale ai miei più cari amici!) (e scusa - scusate tutti - la prolissità e l’ot ma ci tenevo un sacco!)

    da eve   - Sabato, 12 Novembre 2011 alle 17:13

  6. dimenticavo: da dipendente del customer care di un’azienda di telecomunicazioni sono orgogliosa che il nostro sistema tariffario abbia salvato la terra!!!! ;)

    da eve   - Sabato, 12 Novembre 2011 alle 17:41

  7. …e stasera sabato 12 novembre 2011 FESTEGGIAMOOO!!!!
    Da domani sarà dura, ma stasera festeggiamo!

    da Adele5   - Sabato, 12 Novembre 2011 alle 21:30

  8. Cin cin…

    da Vittorio Grondona   - Sabato, 12 Novembre 2011 alle 23:56

  9. Caro Alessandro Robecchi, sembri nato per fare il piantone del presidente della Repubblica! Ma come facevi a non morire dalle risate?
    saluti

    da Claudia D.   - Mercoledì, 16 Novembre 2011 alle 23:40

  10. Sono davvero sconcertato! non capisco proprio!
    Vorrei davvero che qualcuno mi spiegasse cosa sta accadendo in questo paese:
    in occasione della serata dedicata all’orientamento scolastico (io sono un Dirigente) , così, un po’ per tenere in allegria la serata, ho salutato tutti i presenti (genitori, alunni, docenti e dirigenti degli Istituti interessati a promuovere proposte scolastiche) con un ringraziamento per avere accolto l’invito dell’Istituto scolastico, balzando per cominciare, sulla scena con un allegrissimo”CUCU!”… e poiché tutti hanno preso a ridere, ho inteso l’ilarità come segno di apprezzamento ed approvazione.
    E’ stato per questo, e solo per questo motivo che ho deciso di presentare il Preside del Liceo Classico della nostra città facendogli spiritosamente le corna dietro alla testa; il meglio però lo avevo in serbo per la Prof.ssa di tecnica ( che io candiderei come segretaria nazionale del partito della gnocca) presente, in questo contesto, per perorare la causa del suo bel Liceo Scientifico; infatti, come si è piegata in avanti per firmare il foglio di presenza, mi sono avventato dietro di lei mimando un forsennato atto sessuale con la lingua fuori e un tantinello di traverso.
    C’era gente che rideva a crepapelle, ma anche gente che urlava “vergogna!” ed io, francamente, preso com’ero dal mio ruolo istituzionale, non me ne sono proprio accorto. E’ stato a quel punto che mi ha telefonato mia sorella che voleva la ricetta dei bucatini alla matriciana , che mi sono trattenuto con lei una ventina di minuti, mentre tutti aspettavano gentilmente che finissi di far fronte all’urgentissima emergenza culinaria.
    Un vicepreside spazientito, mi ha apostrofato in malo modo, con aria minacciosa ed è per questo che gli ho risposto che con quel carattere, dovrebbe recitare il ruolo del capò in un film sulle SS , cosa veramente pesante da dire, anche perchè la nostra scuola è piena di bambini abbronzatissimi, praticamente neri.
    Bene , non ci crederete, ma una signora, dal culo enorme, decisamente in-chiavabile ( gliel’ho fatto sapere), assieme ad una decina di presenti accodati, mi ha denunciato!
    Che tempi! Non c’è più religione, davvero, in fondo cosa ho fatto di male? Mica mi sono fatto la nipote di Mubarack!
    Una curiosità comunque mi resta… i risentiti, saranno del pd o del pdl? Mah!

    da marina   - Sabato, 19 Novembre 2011 alle 19:11

Lascia un commento