Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
lun
3
mar 08

Mastella: pronti i moduli per l’adozione a distanza

Sono finalmente terminate le procedure burocratiche per la collocazione politica di Clemente Mastella e congiunti alle prossime elezioni politiche. Nessuna lista ha voluto ospitare la comunità dell’ex ministro della giustizia, ragion per cui si sono aperte le porte del volontariato, sempre disponibile ad aiutare chi è in difficoltà. Il modulo per l’adozione a distanza dei Mastella è da oggi disponibile presso le maggiori associazioni umanitarie, gli istituti di credito e le strutture sanitarie del beneventano.

Clicca sull’immagine per leggere il modulo

Clicca qui per scaricarlo in pdf
 
 
 

7 commenti »

7 Commenti a “Mastella: pronti i moduli per l’adozione a distanza”

  1. Ma si metterà anche lui a correre da solo? Owner of a lonely heart…

    da eman   - lunedì, 3 marzo 2008 alle 14:29

  2. Clemente Mastella sarebbe un bravo ragazzo. E’ stato rovinato dalle cattive compagnie.

    da Gianni   - lunedì, 3 marzo 2008 alle 22:44

  3. Robecchi, avrei qualche domanda rispetto alla splendida iniziativa dell’adozione a distanza. Come al solito, dove non arriva lo stato, ecco che supplisce il volontariato. Io avrei in adozioni due bambini della Tanzania, posso permutarli con un consigliere provinciale UDEUR di Benevento? Poi, presentando fotocopia del versamento, si può scaricare dalla dichiarazione dei redditi? E infine, si era ventilata la possibilità di poter devolvere l’8 per 1000 all’UDEUR. Com’è finita? Possibile che si parla sempre ma poi non si trovano mai delle soluzioni, semplici ma concrete, per aiutare la famiglia Mastella? Complimenti per l’iniziativa.

    da albertazzo   - martedì, 4 marzo 2008 alle 00:01

  4. Mastella l’ha fatta grossa a dimettersi da Ministro ed a lasciare così spudoratamente la coalizione che aveva scelto, non certo per ideali, ma sicuramente per convenienza. Un atto che ha dimostrato palesemente il suo menefreghismo nei confronti del prossimo proprio in un momento in cui si respirava aria di presunte intenzioni governative per la ridistribuzione delle maggiori risorse, comunque racimolate. Ora è lì… Abbandonato anche da tutti i suoi (falsi) amici che forse si aspettavano riconoscimenti superiori ai famosi 33 danari, simbolo del compenso sprezzante gettati ai piedi dei traditori.

    da Vittorio Grondona   - martedì, 4 marzo 2008 alle 11:26

  5. Dipende a che distanza.

    da Abesibé   - martedì, 4 marzo 2008 alle 17:10

  6. donuorri. selo prendono casini & co. ché loro sono quelli della famiglia. sacra o allargata, quale chessia non importa. il family day fa miracoli.

    da iggy   - martedì, 4 marzo 2008 alle 21:48

  7. Gli pagherei volentieri un viaggio all’estero….

    da stellavale   - giovedì, 6 marzo 2008 alle 16:10

Lascia un commento