Alessandro Robecchi, il sito ufficiale: testi, rubriche, giornali, radio, televisione, progetti editoriali e altro
 
ven
26
ott 07

Governo Prodi: è giusto staccare la spina?

"Una decisione di tipo etico-morale non facile da prendere, ma che deve salvaguardare prima di tutto la dignità umana del paziente". Così i vertici del PD chiedono che i familiari del governo Prodi possano interrompere la respirazione forzata del paziente, in coma irreversibile da almeno due mesi. Altre forze politiche del centro-sinistra si schierano per una decisione umanitaria: "Il nostro Governo –  ha detto un esponente dell’Italia dei Valori – ha solo un anno e mezo di vita, e non è giusto che soffra inutilmente e senza speranza solo perché attaccato a una macchina". Anche i diniani si schierano: "No all’accanimento terapeutico, siamo pronti a un governo tecnico che gestisca i funerali". Il dibattito continua.

Nella foto, gli ultimi sondaggi sulla popolarità del governo Prodi

2 commenti »

2 Commenti a “Governo Prodi: è giusto staccare la spina?”

  1. Staccare la spina al governo Prodi è ormai all’ordine del giorno delle numerose ripetitive discussioni che quotidianamente i media ci propinano sul bene del Paese. Ma i nanetti politici che vi partecipano con tanto entusiasmo, sanno davvero quale sia il bene dell’Italia? La destra, per esempio, crede davvero che gli italiani non si siano accorti che per lei manchi sostanzialmente di qualsiasi interesse ogni argomento discusso in parlamento, buono o cattivo che fosse? Quello che palesemente persegue è mettere comunque in minoranza la parte avversa. Comportamenti da stadio non fanno bene al Paese. E’ poi così sicura di vincere le elezioni in caso si dovesse votare in anticipo? La sinistra si metta finalmente in testa di attuare come promesso il suo programma elettorale e poi ne potrà riparlare. La vera sinistra non vota Berlusconi…

    da Vittorio Grondona   - sabato, 27 ottobre 2007 alle 10:02

  2. Il Governo-Prodi vivrà come un trapiantato. Il Pd è il suo nuovo cuore, compatibile con il vecchio corpo, quello che lo ha eletto. Sì, perchè qui si tratta di un corpo a due teste, una elettorale che ha dato la maggioranza alla coalizione con la sinistra radicale, l’altra, la stessa, che ha fuso il due partiti di maggioranza nella maggioranza.

    da isabella guarini   - domenica, 28 ottobre 2007 alle 19:30

Lascia un commento